Novità importanti per la mobilità urbana: Uber e Masabi si alleano a favore della multimodalità - Osservatorio Nazionale Sharing Mobility
osservatorio sharing mobility, sharing mobility, shared mobility, car sharing, bike sharing, scootersharing, carpoolin, ridesharing, on demand ride service, servizi a domanda, navette, shuttles, microtransit, aggregatori, parksharing, mobility hub, e-hail, ridesourcing, taxi collettivi, gps-based, peer-to-peer, low-tech, IT dock-based, station based, free floating, carsharing di nicchia, carpooling urbano, carpooling extraurbano, carpooling aziendale, spostamenti casa-lavoro, mobilità condivisa, mobilità, less cars, mobilità del futuro
16564
post-template-default,single,single-post,postid-16564,single-format-standard,locale-it-it,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Novità importanti per la mobilità urbana: Uber e Masabi si alleano a favore della multimodalità

Novità importanti per la mobilità urbana: Uber e Masabi si alleano a favore della multimodalità

Ad annunciarle la Regional Transportation District (RTD), agenzia del trasporto pubblico nella città di Denver teatro dell’iniziativa, la Masabi, azienda leader mondiale nei servizi di ticketing on-line per il trasporto pubblico locale, e Uber.

La RTD sarà infatti la prima azienda di trasporto collettivo inclusa all’interno dell’applicazione Uber, rendendo disponibile le sue corse in autobus e metro agli utenti della popolare Transportation Network Company.

Quello che tecnicamente accadrà sarà la possibilità per gli utenti del servizio di ride-sourcing di poter selezionare l’opzione “trasporto pubblico” durante la pianificazione del loro spostamento, potendo basarsi su informazioni aggiornate in tempo reale e con la possibilità di poter modificare le loro combinazioni modali in ogni momento possibile.

A questo seguirà presto, come annunciato, l’implementazione dei servizi di bigliettazione elettronica del trasporto pubblico direttamente attraverso l’app di Uber, un’opportunità che definitivamente congiungerà i servizi di mobilità collettivi di linea con quelli on-demand.

L’applicazione Justride sviluppata e fornita dalla Masabi, punta a integrare la bigliettazione dei servizi pubblici all’interno delle piattaforme che offrono servizi di mobilità condivisa on-demand per rendere lo spostamento multimodale più facile e aumentare l’accessibilità delle aree urbane. D’altronde, secondo una ricerca della stessa azienda, già il 35% degli utenti del trasporto collettivo di linea realizza delle combinazioni multimodali con servizi di ridesharing su base occasionale.

Realizzare l’integrazione tra servizi nella fase di pianificazione del viaggio e di acquisto del biglietto, come nel caso di Denver tra RTD e Uber, contribuirà ad ampliare l’offerta di mobilità condivisa intesa come unicum, aumentando la multimodalità del sistema di trasporto urbano e i vantaggi per le persone ad abbandonare l’auto privata per i propri spostamenti.