IoPollicino - Osservatorio Nazionale Sharing Mobility
osservatorio sharing mobility, sharing mobility, shared mobility, car sharing, bike sharing, scootersharing, carpoolin, ridesharing, on demand ride service, servizi a domanda, navette, shuttles, microtransit, aggregatori, parksharing, mobility hub, e-hail, ridesourcing, taxi collettivi, gps-based, peer-to-peer, low-tech, IT dock-based, station based, free floating, carsharing di nicchia, carpooling urbano, carpooling extraurbano, carpooling aziendale, spostamenti casa-lavoro, mobilità condivisa, mobilità, less cars, mobilità del futuro
18483
page-template-default,page,page-id-18483,locale-it-it,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.8.0,vc_responsive
 

Il progetto

Un’indagine sulla mobilità urbana svolta con la collaborazione dei cittadini che acconsentono alla registrazione anonima dei propri spostamenti grazie all’app IoPollicino installata sul proprio smartphone. Con questo nuovo tipo d’indagine, che prende il nome di Future Mobility Survey, è possibile fornire un ritratto accurato della mobilità di un territorio grazie ad un campione di cittadini rappresentativo della città, i quali partecipano volontariamente all’indagine perché ne condividono le finalità sociali e ambientali.

La Future Mobility Survey è basata sulla voglia di partecipazione dei cittadini, sull’uso di uno smartphone e sull’uso di app di tracciamento in grado di registrare gli spostamenti effettuati dagli individui, istante per istante. Non solo, grazie ad una stima che viene effettuata sulla velocità media degli spostamenti rilevati, le app sono in grado di riconoscere il mezzo di trasporto con cui è stato effettuato lo spostamento. Alla funzione di tracciamento, le app affiancano sempre un modulo per interrogare il partecipante in modo che sia possibile associare alla traccia dello spostamento anche delle informazioni molto importanti per approfondire e studiare il fenomeno della mobilità, per esempio: il motivo per cui ci si sta spostando, etc.

Si parla di campione rappresentativo quando gli individui partecipanti all’indagine riproducono le caratteristiche della popolazione (universo) di cui il campione rappresenta un sottoinsieme.

La tecnica di campionamento utilizzata per Pollicino è quella del campionamento per quote che abbina un campionamento a scelta ragionata con quote per genere e per età in cui il campione dovrà rispettare la popolazione di riferimento. La scelta delle quote migliora il grado di rappresentatività del campione.

La redazione di qualsiasi documento di pianificazione strategica a livello urbano si avvale delle analisi e dei dati disponibili sulla mobilità. A partire dalle informazioni raccolte sullo stato della mobilità nel presente, si lavora per progettare la mobilità del futuro. La conoscenza delle abitudini e dei comportamenti di mobilità di una popolazione è una componente fondamentale per intervenire e modificare la mobilità all’interno di un territorio, individuando soluzioni più efficienti e con minori impatti ambientali. La possibilità di disporre di informazioni essenziali con costi e tempi limitati rispetto alle metodologie tradizionali, applicate con una tecnica d’indagine ripetibile in maniera sistematica, rappresenta un salto di qualità in tutta l’attività di gestione della mobilità. Pollicino consente di offrire uno strumento in più alla pianificazione strategica della mobilità che affianchi quelli già oggi a disposizione.

Il modello di mobilità che ancora oggi caratterizza le città italiane ha forti impatti sia sociali che ambientali. La dipendenza dall’automobile porta con sé effetti evidenti sul benessere dei cittadini: la presenza di traffico e strade congestionate è costante, gli spazi pubblici sono destinati a strade e parcheggi, sono pochi le aree verdi e gli spazi destinati a mobilità dolce così come quelli per la socialità. La vivibilità del contesto urbano è ampiamente compromessa. Oltre all’impatto sociale, è importante evidenziare anche quello ambientale: il settore dei trasporti in Italia è quello che contribuisce di più alle emissioni di gas serra. Non ci sono solo le emissioni climalteranti, va considerato anche l’impatto sulla qualità dell’aria, problema evidente nei contesti urbani, in cui oltretutto si prevede che abiterà la gran parte della popolazione nei prossimi anni.

Briciole di pane

 

I mobility data, raccolti da smartphone o veicoli, registrano la posizione di una persona a intervalli regolari tramite GPS. I mobility data prendono spesso il nome di bread-crumb, un termine che significa briciole di pane e che evoca la famosa favola di Pollicino. Utilizzare questi dati per volontà esplicita di chi partecipa all’iniziativa, sotto il suo controllo e per delle finalità condivise, è l’aspetto centrale di questo nuovo tipo d’indagine e di un nuovo approccio all’uso dei dati personali: il Data Altruism.

Nel progetto Pollicino l’analisi del fenomeno della mobilità di una città viene svolta a partire dalla produzione, raccolta e messa a disposizione di dati personali per volontà esplicita di chi partecipa all’iniziativa, sotto il suo controllo e per delle finalità condivise. Tutto questo significa promuovere una nuova consapevolezza sul ruolo dei dati di mobilità e sul loro sfruttamento non commerciale. L’iniziativa si configura come “una messa a disposizione di dati su base volontaria da parte di individui o imprese per il bene comune”, una forma di condivisione dei dati personali che l’Unione Europea definisce come “altruismo dei dati”. Si tratta di una nuova forma di consenso al trattamento dei propri dati personali per ridare centralità a chi genera il dato, bilanciando il potere del cittadino nei confronti delle grandi aziende digitali globali.

La partecipazione al progetto richiede di mettere a disposizione i dati sui propri spostamenti, che vengono registrati in forma anonima dall’app senza mai essere messe in relazione con i dati sensibili e identificativi del partecipante (nome, cognome, email e numero di telefono). La partecipazione al progetto richiede inoltre di rispondere ad un breve questionario funzionale alla costruzione del campione (genere ed età) e a rendere più approfondita l’analisi dei risultati (alcune caratteristiche come il titolo di studio, possesso della patente, etc.).

Leggi il nostro documento sulla Privacy Policy per saperne di più.

L’app IoPollicino raccoglie e utilizza i dati con l’obiettivo finale di supportare il processo decisionale delle amministrazioni locali e centrali nel campo della mobilità sostenibile, oltre che per scopi di ricerca e divulgazione legati alla mobilità sostenibile. Il titolare al trattamento dei dati non cede alcun dato a terzi né per scopi di ricerca né per scopi commerciali.

Leggi il nostro documento sulla Privacy Policy per saperne di più.

La Fondazione per lo sviluppo sostenibile è titolare del trattamento dei dati.

Leggi il nostro documento sulla Privacy Policy per saperne di più.

L’App di tracking

Lo strumento tecnologico indispensabile per condurre una Future mobility survey è l’app IoPollicino. Una volta scaricata dal proprio App Store, è necessario acconsentire al trattamento dei propri dati personali e alla geolocalizzazione del proprio smartphone. Da questo momento in poi l’app inizierà a tracciare automaticamente e in maniera anonima i diversi spostamenti che con poche e semplici operazioni dovranno essere verificati e completati. Per funzionare l’app non richiede informazioni sensibili (nome, cognome, numero di telefono, indirizzo email) ma soltanto la compilazione di alcuni brevi questionari con informazioni socio-demografiche per migliorare la conoscenza del campione e la qualità della ricerca.

Appstore
Googleplay

IoPollicino Tutorial

Compila lo spostamento

IoPollicino Tutorial

Unisci uno spostamento

IoPollicino Tutorial

Dividi lo spostamento

IoPollicino Tutorial

Inserisci uno spostamento

L’app IoPollicino è disponibile sull’App Store iOS, il Play Store di Android e può essere scaricata in uno dei seguenti modi:

  • digita “IoPollicino” nella funzione di ricerca dello store di riferimento del tuo telefono
  • clicca dal tuo telefono il link qui sotto corrispondente al distributore di app che utilizzi:
    • LINK per App Store iOS
    • LINK per Play Store Android
  • inquadra questo QR CODE

Nessuno in particolare, tranne che come ogni app che utilizza un sistema di geolocalizzazione potrai registrare un consumo giornaliero maggiore del solito nella batteria del tuo telefono.

Attraverso la sezione DIARIO dell’app IoPollicino occorre effettuare 4 semplici azioni:

  1. VERIFICARE che lo spostamento rilevato sia stato effettivamente realizzato e che le caratteristiche siano corrette: data e orario di inizio/fine dello spostamento, tracciato grafico, punto di origine/destinazione.
  2. MODIFICARE/ELIMINARE lo spostamento attraverso l’icona in alto a destra nei casi previsti come descritto nei successivi paragrafi.
  3. INDICARE LA MOTIVAZIONE dello spostamento attraverso il pulsante
  4. VERIFICARE LA CORRETTEZZA DEL MEZZO DI TRASPORTO rilevato automaticamente dall’app ed eventualmente modificarlo attraverso il pulsante.

Le funzioni UNISCI/DIVIDI lo spostamento aiutano moltissimo la qualità dell’indagine a cui stai partecipando per conoscere la mobilità della tua città e servono a meglio definire quelli che in gergo trasportistico sono definiti spostamenti combinati o spostamenti intermodali (per approfondire LINK).

Consulta la Guida all’uso dell’app IoPollicino per scoprire come utilizzare le funzioni UNISCI/DIVIDI.

Consulta la Guida all’uso dell’app IoPollicino al seguente link.

Anche se progettata per essere affidabile e precisa, diversi fattori possono provocare un malfunzionamento o un funzionamento imperfetto dell’app.

Prima di tutto ci scusiamo per questi errori, invitandovi poi ad utilizzare gli strumenti messi a disposizione dall’app IoPollicino per correggere e rendere il contenuto della sezione DIARIO il più coerente possibile con quanto avvenuto nella realtà.

I Premi

Per l’impegno che viene profuso durante l’indagine sono previsti diversi premi messi a disposizione dai partner del progetto. Una forma di ricompensa per aver partecipato all’indagine destinata a chi completa tutti gli obiettivi segnalati all’interno dell’app IoPollicino, che sono:

  • tracciamento attivo per almeno 7 giorni, completi dalla mattina alla sera, non necessariamente consecutivi;
  • verifica e compilazione di tutti gli spostamenti presenti nella sezione “Diario” dell’app;
  • completamento dei 3 questionari (14 domande in totale) nella sezione “profilo” dell’app.

Lista premi per l’indagine IoPollicino:

  • 15 minuti di carsharing con l’operatore Enjoy
  • 15 minuti con operatore Corrente
  • 15 minuti di bikesharing con le e-bike di Ridemovi
  • 1 esperienza sportiva Decathlon
  • Buono sconto di 10 euro a fronte di una spesa minima di 30 euro presso i pdv Natura Sì (Bologna)
  • 5% di sconto presso i pdv di librerie.coop (Bologna)
  • 5% di sconto sul sito www.librerie.coop

Completati tutti gli obiettivi necessari per ricevere il tuo premio, sarai indirizzato automaticamente dall’app IoPollicino su una schermata in cui inserire il tuo indirizzo email. Riceverai una successiva email in cui saranno presenti i codici sconto messi a disposizione dai partner dell’iniziativa.

Per maggiori informazioni leggi il Regolamento premi.

Nota bene: Se vuoi ricevere anche i premi messi in palio dai carsharing di Enjoy e Corrente inserisci l’indirizzo email che utilizzi per gestire gli account dei due servizi (oppure iscriviti ai due servizi se ancora non sei registrato ai due servizi e poi inserisci l’indirizzo mail).

Promotori & Partner

IoPollicino è un progetto dell’Osservatorio Nazionale Sharing Mobility, promosso dal Ministero della transizione ecologica, il Ministero della mobilità e delle infrastrutture sostenibili e la Fondazione sviluppo sostenibile. IoPollicino con il patrocinio da parte del Comune di Bologna, della Commissione Europea e della Regione Emilia Romagna, è in collaborazione con SRM Reti e Mobilità, Tper e con il supporto di Nordcom come partner tecnico dell’iniziativa.

Promosso da

con il Patrocinio di

in collaborazione con

Partner tecnologico

Oltre ai partner istituzionali, Pollicino è sostenuto da aziende presenti sul territorio bolognese che condividono le finalità del progetto mettendo a disposizione dei premi per chi parteciperà attivamente all’indagine.

FAQ

In questa sezione troverete le risposte alle più comuni domande, per continuare cliccate sull’argomento di vostro interesse o sulla domanda per la quale cercate risposta

La Future Mobility Survey è basata sulla voglia di partecipazione dei cittadini, sull’uso di uno smartphone e sull’uso di app di tracciamento in grado di registrare gli spostamenti effettuati dagli individui, istante per istante. Non solo, grazie ad una stima che viene effettuata sulla velocità media degli spostamenti rilevati, le app sono in grado di riconoscere il mezzo di trasporto con cui è stato effettuato lo spostamento. Alla funzione di tracciamento, le app affiancano sempre un modulo per interrogare il partecipante in modo che sia possibile associare alla traccia dello spostamento anche delle informazioni molto importanti per approfondire e studiare il fenomeno della mobilità, per esempio: il motivo per cui ci si sta spostando, etc.

Si parla di campione rappresentativo quando gli individui partecipanti all’indagine riproducono le caratteristiche della popolazione (universo) di cui il campione rappresenta un sottoinsieme.

La tecnica di campionamento utilizzata per Pollicino è quella del campionamento per quote che abbina un campionamento a scelta ragionata con quote per genere e per età in cui il campione dovrà rispettare la popolazione di riferimento. La scelta delle quote migliora il grado di rappresentatività del campione.

La redazione di qualsiasi documento di pianificazione strategica a livello urbano si avvale delle analisi e dei dati disponibili sulla mobilità. A partire dalle informazioni raccolte sullo stato della mobilità nel presente, si lavora per progettare la mobilità del futuro. La conoscenza delle abitudini e dei comportamenti di mobilità di una popolazione è una componente fondamentale per intervenire e modificare la mobilità all’interno di un territorio, individuando soluzioni più efficienti e con minori impatti ambientali. La possibilità di disporre di informazioni essenziali con costi e tempi limitati rispetto alle metodologie tradizionali, applicate con una tecnica d’indagine ripetibile in maniera sistematica, rappresenta un salto di qualità in tutta l’attività di gestione della mobilità. Pollicino consente di offrire uno strumento in più alla pianificazione strategica della mobilità che affianchi quelli già oggi a disposizione.

Il modello di mobilità che ancora oggi caratterizza le città italiane ha forti impatti sia sociali che ambientali. La dipendenza dall’automobile porta con sé effetti evidenti sul benessere dei cittadini: la presenza di traffico e strade congestionate è costante, gli spazi pubblici sono destinati a strade e parcheggi, sono pochi le aree verdi e gli spazi destinati a mobilità dolce così come quelli per la socialità. La vivibilità del contesto urbano è ampiamente compromessa. Oltre all’impatto sociale, è importante evidenziare anche quello ambientale: il settore dei trasporti in Italia è quello che contribuisce di più alle emissioni di gas serra. Non ci sono solo le emissioni climalteranti, va considerato anche l’impatto sulla qualità dell’aria, problema evidente nei contesti urbani, in cui oltretutto si prevede che abiterà la gran parte della popolazione nei prossimi anni.

Nel progetto Pollicino l’analisi del fenomeno della mobilità di una città viene svolta a partire dalla produzione, raccolta e messa a disposizione di dati personali per volontà esplicita di chi partecipa all’iniziativa, sotto il suo controllo e per delle finalità condivise. Tutto questo significa promuovere una nuova consapevolezza sul ruolo dei dati di mobilità e sul loro sfruttamento non commerciale. L’iniziativa si configura come “una messa a disposizione di dati su base volontaria da parte di individui o imprese per il bene comune”, una forma di condivisione dei dati personali che l’Unione Europea definisce come “altruismo dei dati”. Si tratta di una nuova forma di consenso al trattamento dei propri dati personali per ridare centralità a chi genera il dato, bilanciando il potere del cittadino nei confronti delle grandi aziende digitali globali.

La partecipazione al progetto richiede di mettere a disposizione i dati sui propri spostamenti, che vengono registrati in forma anonima dall’app senza mai essere messe in relazione con i dati sensibili e identificativi del partecipante (nome, cognome, email e numero di telefono). La partecipazione al progetto richiede inoltre di rispondere ad un breve questionario funzionale alla costruzione del campione (genere ed età) e a rendere più approfondita l’analisi dei risultati (alcune caratteristiche come il titolo di studio, possesso della patente, etc.).

Leggi il nostro documento sulla Privacy Policy per saperne di più.

L’app IoPollicino raccoglie e utilizza i dati con l’obiettivo finale di supportare il processo decisionale delle amministrazioni locali e centrali nel campo della mobilità sostenibile, oltre che per scopi di ricerca e divulgazione legati alla mobilità sostenibile. Il titolare al trattamento dei dati non cede alcun dato a terzi né per scopi di ricerca né per scopi commerciali.

Leggi il nostro documento sulla Privacy Policy per saperne di più.

La Fondazione per lo sviluppo sostenibile è titolare del trattamento dei dati.

Leggi il nostro documento sulla Privacy Policy per saperne di più.

L’app IoPollicino è disponibile sull’App Store iOS, il Play Store di Android e può essere scaricata in uno dei seguenti modi:

  • digita “IoPollicino” nella funzione di ricerca dello store di riferimento del tuo telefono
  • clicca dal tuo telefono il link qui sotto corrispondente al distributore di app che utilizzi:
    • LINK per App Store iOS
    • LINK per Play Store Android
  • inquadra questo QR CODE

Nessuno in particolare, tranne che come ogni app che utilizza un sistema di geolocalizzazione potrai registrare un consumo giornaliero maggiore del solito nella batteria del tuo telefono.

Attraverso la sezione DIARIO dell’app IoPollicino occorre effettuare 4 semplici azioni:

  1. VERIFICARE che lo spostamento rilevato sia stato effettivamente realizzato e che le caratteristiche siano corrette: data e orario di inizio/fine dello spostamento, tracciato grafico, punto di origine/destinazione.
  2. MODIFICARE/ELIMINARE lo spostamento attraverso l’icona in alto a destra nei casi previsti come descritto nei successivi paragrafi.
  3. INDICARE LA MOTIVAZIONE dello spostamento attraverso il pulsante
  4. VERIFICARE LA CORRETTEZZA DEL MEZZO DI TRASPORTO rilevato automaticamente dall’app ed eventualmente modificarlo attraverso il pulsante.

Le funzioni UNISCI/DIVIDI lo spostamento aiutano moltissimo la qualità dell’indagine a cui stai partecipando per conoscere la mobilità della tua città e servono a meglio definire quelli che in gergo trasportistico sono definiti spostamenti combinati o spostamenti intermodali (per approfondire LINK).

Consulta la Guida all’uso dell’app IoPollicino per scoprire come utilizzare le funzioni UNISCI/DIVIDI.

Consulta la Guida all’uso dell’app IoPollicino al seguente link.

Anche se progettata per essere affidabile e precisa, diversi fattori possono provocare un malfunzionamento o un funzionamento imperfetto dell’app.

Prima di tutto ci scusiamo per questi errori, invitandovi poi ad utilizzare gli strumenti messi a disposizione dall’app IoPollicino per correggere e rendere il contenuto della sezione DIARIO il più coerente possibile con quanto avvenuto nella realtà.

Lista premi per l’indagine IoPollicino:

  • 15 minuti di carsharing con l’operatore Enjoy
  • 15 minuti con operatore Corrente
  • 15 minuti di bikesharing con le e-bike di Ridemovi
  • 1 esperienza sportiva Decathlon
  • Buono sconto di 10 euro a fronte di una spesa minima di 30 euro presso i pdv Natura Sì (Bologna)
  • 5% di sconto presso i pdv di librerie.coop (Bologna)
  • 5% di sconto sul sito www.librerie.coop

Completati tutti gli obiettivi necessari per ricevere il tuo premio, sarai indirizzato automaticamente dall’app IoPollicino su una schermata in cui inserire il tuo indirizzo email. Riceverai una successiva email in cui saranno presenti i codici sconto messi a disposizione dai partner dell’iniziativa.

Per maggiori informazioni leggi il Regolamento premi.

Nota bene: Se vuoi ricevere anche i premi messi in palio dai carsharing di Enjoy e Corrente inserisci l’indirizzo email che utilizzi per gestire gli account dei due servizi (oppure iscriviti ai due servizi se ancora non sei registrato ai due servizi e poi inserisci l’indirizzo mail).