250 milioni dal Fondo Green Transition di CDP per la transizione ecologica - Osservatorio Nazionale Sharing Mobility
osservatorio sharing mobility, sharing mobility, shared mobility, car sharing, bike sharing, scootersharing, carpoolin, ridesharing, on demand ride service, servizi a domanda, navette, shuttles, microtransit, aggregatori, parksharing, mobility hub, e-hail, ridesourcing, taxi collettivi, gps-based, peer-to-peer, low-tech, IT dock-based, station based, free floating, carsharing di nicchia, carpooling urbano, carpooling extraurbano, carpooling aziendale, spostamenti casa-lavoro, mobilità condivisa, mobilità, less cars, mobilità del futuro
19241
post-template-default,single,single-post,postid-19241,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.8.0,vc_responsive

250 milioni dal Fondo Green Transition di CDP per la transizione ecologica

250 milioni dal Fondo Green Transition di CDP per la transizione ecologica

Al via il Fondo Green Transition di CDP Venture Capital, dedicato a sostenere soluzioni innovative nel campo della sostenibilità ambientale.

Grazie a questo fondo, con una dotazione di 250 milioni di euro provenienti da risorse stanziate dall’UE tramite l’iniziativa #NextGenerationEU, le opportunità d’investimento prevedono importi tra 1 e 15 milioni di euro (diretti) o tra 1 e 20 milioni (indiretti) e dovrebbero caratterizzarsi per un notevole potenziale di crescita e scalabilità. Sono rivolte al settore delle tecnologie verdi, con attenzione a promuovere la transizione ecologica in ambiti come l’utilizzo di energie rinnovabili, l’economia circolare, la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica, la gestione dei rifiuti e lo stoccaggio di energia, tra altri.

Le “imprese target” ammissibili all’invito per il fondo comprendono start-up e PMI con un alto potenziale di crescita, in particolare nei settori della transizione ecologica e progetti innovativi. Sono considerate idonee anche le start-up e PMI nate da scissioni o cessioni aziendali da grandi imprese, o con investimenti di grandi o medie imprese a partire da febbraio 2020.
Il fondo accoglie anche le imprese holding che soddisfano determinati requisiti e operano in Italia. In ogni caso, la proprietà intellettuale sviluppata nel paese deve rimanervi.
Inoltre, per garantire il rispetto del principio “Do No Significant Harm” nell’ambito ambientale, verranno valutati solo i progetti conformi alle normative dell’UE e nazionali.

Un elemento cruciale è che tali investimenti devono contribuire al 100% al raggiungimento dell’“obiettivo climatico” seguendo le linee guida stabilite dall’Unione Europea.

Sei una start-up o PMI con un alto potenziale di crescita, in particolare nei settori della transizione ecologica e progetti innovativi? Cogli questa straordinaria occasione per iniziare a trasformare la tua visione di un futuro più sostenibile in realtà.

Scarica il modulo di candidatura disponibile a questo link: https://lnkd.in/ei93xDwb e invialo a greentransitionfund@cdpventurecapital.it.

La finestra per agire verso un pianeta più pulito e sostenibile è ora aperta.